SORRISO

Vorrei vedeste un giorno
l'impronta delle dita
il sangue che è passato
per vie troppo anguste.
Vorrei poteste un giorno
saper muover le ciglia
e lacrimare gli occhi
come chi non s'assomiglia
non sa d'esser nella bocca
e abita in soffitta.

2 commenti:

  1. Veloce r musicale. Mi piace la contrattazione tra le imm6e il senso di speranza che lascia alla fine.
    Complimenti

    RispondiElimina